News

La fotografia per uscire dal dolore

Panoramiche mozzafiato, foto di modelle bellissime, foto di ricordi indelebili, di una madre che abbraccia il figlio, di una serata romantica e via dicendo.

Immortalare la bellezza è un tratto distintivo della fotografia senza ombra di dubbio.

Anche la fotografia di guerra, seppur cruda, seppur impegnata, scorge dei tratti di umanità in situazioni drammatiche, a suo modo possiamo dire che anche in questo vi è ricerca di bellezza, di cui ha sete la nostra anima.

Ma c’è un altro lato della fotografia, che è più psicologico, meno contemplativo, più complesso.

E’ quello che riguarda il rapporto col dolore. Può la fotografia esorcizzare il dolore?

Nessuno di noi ha può sentenziare definitivamente su tale questione, anche perché si tratta di una dimensione soggettiva molto intima.

Quello che possiamo segnalare è il lavoro di Vivian Maier. Questa babysitter, che fotografa “attimi” della vita di New York. Spesso triste, sguardo cupo, ha sdoganato il “selfie” in un periodo dove tale approccio era pionieristico.

Stiamo negli anni 50, il suo stile innovativo è totalmente rivoluzionario.

Fotografa sé stessa, anziani che dormono sull’autobus, persone che stanno ai margini, gli indifesi se vogliamo centrare con un unico termine i suoi soggetti.

I bimbi apprezzano la sua stravaganza, che esorcizza i momenti complessi della sua esistenza. Una madre che non l’amava, separata dal padre, i rapporti tesi col fratello Karl, le violenze subite.

Una vita non facile, sarebbe stato bello che la sua fotografia si fosse affermata nella sua epoca.

Un’artista di assoluto pregio, donna incompresa, ma che ci lascia la possibilità di pensare alla nostra passione come un elemento terapeutico, ci lascia questo spunto.

Siete mai stati ad una sua mostra? Che ne pensate del suo stile? Avete mai fotografato qualcosa per allontanare un dolore?

About the author

Alessio Perigli

Alessio Perigli

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.