News

La separazione di frequenza per una pelle perfetta: i trucchi e le strategie dei migliori

Uno degli elementi più sviluppati nella post produzione è il ritocco della pelle. Questo in particolare, quando il soggetto fotografato è una modella. Il risultato di questi scatti deve mostrarsi da una parte naturale, dall’altra bello esteticamente, come tutte le foto del settore.

Chi fa questo tipo di fotografie conosce benissimo le frustrazioni a cui va incontro: correggere poro per poro è un’esperienza snervante e noiosa.

Quindi se desideri ritoccare la pelle risparmiando tempo, questa è la guida che fa per te.

La separazione delle frequenze è la tecnica che stiamo per spiegare. Ti permette di lavorare in modo semplice ed efficace avendo come risultato foto estremamente professionali.

Per descriverla in parole povere, si tratta di una tecnica che permette di separare le immagini in due frequenze: quelle “alte” , che conservano tutti i dettagli della texture e quelle “basse” in cui ritrovi colori e toni della pelle.

Questa divisione permette di lavorare separatamente alla rimozione delle imperfezioni: puoi lavorare o sulla texture, oppure su colori e toni della pelle.

Prima di iniziare con la tecnica devi capire quali sono le zone dove agirai sulle “alte” frequenze e sulle “basse”.

I punti che creano forte contrasto vanno lavorati sulla frequenza “alta”, mentre tutto ciò che altera il colore della pelle va lavorato sul livello “basso”.

Cominciamo. Per impostare la separazione delle frequenze devi creare due copie del livello Sfondo. Se hai già lavorato l’immagine devi premere la combinazione di tasti MAIUSC + CMD + CTRL + OPT + ALT+E. Con questa combinazione tutti li livelli saranno visibili.

Il livello più alto è quello delle “alte frequenze”, quello più basso di quelle “basse”.

Per vedere le modifiche applicate a livello sottostante devi disabilitare le “frequenze alte”, quindi clicca sulle “frequenze basse” e scegli un valore Raggio che sfochi la pelle. Ovviamente il soggetto deve essere riconoscibile.

Per modificare i colori e toni bisogna selezionare lo strumento Lazo dalla barra degli strumenti e dare un valore di sfumatura della selezione sui 20 px , in modo che il ritocco sia realistico.

Poi devi spostarti sul livello delle “basse frequenze” e creare una selezione sul volto del tuo soggetto. E poi su Filtro – Sfocatura- Controllo Sfumatura per scegliere un Raggio sufficientemente alto da fondere insieme i toni presenti della selezione.

La stessa tecnica devi utilizzarla per i colori della pelle.

Dopo la pelle devi selezionare il livello superiore: quello delle “alte frequenze”. In questo caso puoi scegliere: per le correzioni puoi utilizzare un timbro clone o un pennello correttivo. Una volta scelto lo strumento puoi eliminare le imperfezioni che hai scelto all’inizio.

Attenzione: controlla che non hai spuntato la casella “Campiona tutti i livelli” perché devi lavorare solo sul livello delle “alte frequenze”.

Come puoi ottenere un maggior controllo sul metodo? Crea un nuovo gruppo in cui inserisci i due livelli e abbassane l’opacità per rendere tutto più naturale.

Trucco per aumentare il contrasto: metti un livello Curva sopra gli altri e disegna una curva di tipo S.

Con questa tecnica puoi ottenere risultati rilevanti, ma per ottenere l’eccellenza è meglio stare fianco a fianco a chi ha già raggiunto questo risultato.

Fernando Cerrone, la cui autorità è riconosciuta a livello europeo, terrà un workshop a Venezia nei giorni 1-2 aprile presso una location d’eccezione: l’Hotel Ca’ Sagredo (Campo Santa Sofia 4198/99). In questo workshop potrai imparare la tecnica delle separazione delle frequenze in modo dettagliato e potrai inoltre padroneggiarla in soli 2 giorni.

Per informazioni clicca qui.

About the author

Alessio Perigli

Alessio Perigli

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.