News

Mostra fotografica di Francesca Moscheni in un ristorante

Dal 3 al 17 maggio il ristorante Tre Cristi si trasforma in galleria d’arte. A esporre le proprie opere Francesca Moscheni, fotografa veneziana e milanese di adozione specializzata nel mondo del food e appassionata di enogastronomia italiana e internazionale.

Da ristorante gourmet a centro espositivo per due settimane. Il ristorante Tre Cristi offre agli ospiti la possibilità di gustare, oltre alle proposte mediterranee firmate dallo chef Dario Pisani, un’esperienza culturale dal valore emozionale.

La mostra fotografica ospitata dal 3 al 17 maggio nel locale gourmet sarà accessibile liberamente da parte del pubblico, anche senza obbligo di consumazione.

La mostra 
Francesca Moscheni è dotata di una grande creatività che sa coniugare al rigore compositivo delle sue opere, la fotografa ama concentrarsi sui particolari per farne emergere le contraddizioni, le ambiguità, le molte sfaccettature che caratterizzano la vita. Francesca Moscheni, infatti, affronta soggetti insoliti che in genere fanno bella figura di sé negli still life di food e li ripropone con un garbo e una delicatezza fino a far assumere loro le espressioni che ti aspetteresti da una persona.

L’inaugurazione
Giovedì 3 maggio dalle ore 19,30 in occasione dell’inaugurazione della mostra duetteranno il critico fotografico Roberto Mutti con la direttrice di Cucina Moderna Laura Maragliano per presentare i lavori della fotografa Moscheni.

I protagonisti
Francesca Moscheni, un figlio, due cani e un socio con cui condivide il lavoro sull’immagine è fotografa professionista da circa 30 anni.Frequenta l’alta gastronomia internazionale e ha ritratto cuochi del calibro di Gualtiero Marchesi, René Redzepi, Massimo Bottura, Carlo Cracco, Juan Roca, Hélène Darroze, Martin Berasategui, Ferran Adrià, Davide Scabin, Davide Oldani, trasformandosi all’occorrenza in fine critico gastronomico.

Laura Maragliano, da fine 2008 è direttore di Sale&Pepe, Cucina moderna, Cucina no problem, Guida cucina e In tavola. Ad aprile 2017 crea Giallo zafferano.

Roberto Mutti è storico, critico e docente di fotografia presso l’Accademia del Teatro alla Scala e l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano. È direttore artistico del Photofestival Milan.

Apertura da lunedì a venerdì 12.30-14.30/19.30-22.30; sabato 19,30-22,30 (chiusura domenica) fino al 17 maggio

FONTE

About the author

admin

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.